Social e minori i pericoli

Anna Alessio - PixClick Marketing e Comunicazione Servizi di Marketing Comunicazione e Digitalizzazione delle imprese

 “Il web fa più danni di un’autobomba.”
Recep Tayyip Erdogan

#Minori #Social #Follow #PixClick

I bambini della società tecnologica, sono sempre più a contatto con tablet e cellulari, i genitori e gli insegnanti a loro volta sono presi allo stesso modo da questi strumenti, ma a quali pericoli sono giornalmente esposti i minori che utilizzano le nuove tecnologie.

Anche in altri articoli si è spesso parlato dei pericoli sulla salute fisica e mentale, qui si darà maggiore attenzione invece ai pericoli della rete.

Il web è una realtà virtuale con conseguenze sulle vite reali, e sono sempre più di giovane età le vittime della perversione di persone con identità subdole che tentano di manipolare e assuefare bambini e adolescenti tramite i social, giochi perversi, challenge.

Non smetterò mai di far presente che i bambini e gli adolescenti non sono muniti di una mente preparata come quella degli adulti che ha una lettura degli aventi strutturata e basata su esperienze che è più complicata da plagiare.

Non educare i bambini e gli adolescenti a un utilizzo consapevole del web e non prepararli ad eventuali pericoli in cui possono incorrere, e soprattutto non tenere d’occhio la loro attività su internet innalza fortemente il rischio di abusi, manipolazioni e crimini di cui saranno vittime.

Sono moltissimi i casi in cui i minori hanno perso la vita per partecipare a stupide sfide del web, o dove addirittura si prostituiscono online per guadagnare dei soldi, molti vengono anche approcciati da pedofili che creano account falsi, e altri vengono bullizzati dai coetanei senza sosta.

Limitare l’utilizzo delle tecnologie fa crescere meglio i nostri bambini e ragazzi che in così giovane età dovrebbero essere inseriti in contesti attivi di vita reale, la crescita più equilibrata è quella in cui bambini e ragazzi fanno sport, si frequentano e giocano di persona, parlano con le persone senza la mediazione di strumenti tecnologici e imparano le emozioni e a saperle gestire.

© Copyright, PixClick Marketing e Comunicazione Digitale – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Dott.ssa Anna Alessio

Dott.ssa Anna Alessio

Laureata in Scienze Pedagogiche e Media Education, Master in Comunicazione nella P.A.
Offro servizi di Marketing e Comunicazione Integrata sul web e digitalizzazione delle imprese mi occupo di Media Education, sono appassionata di nuove tecnologie e ne osservo l'evoluzione, l'utilizzo e l'influenza che esse hanno sulle persone.

Altro da esplorare

Visita il mio sito web

Scopri come aiuto le aziende a digitalizzarsi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: